CORSO per dj - vinile

corso per dj - vinile

corso_vinile filtro

Docenti: Paolo Zerla

Durata: 20 ore

Partecipanti: max 10

Obiettivi del Corso

Il corso è esclusivamente dedicato al mondo del vinile con uno dei più importanti artisti della scena romana, Paolo Zerla.

Si affronteranno tutti gli aspetti legati al mondo del djing: cenni Storici sulla figura del Disk Jockey fino all’attuale figura mediatica, postura corretta e approccio alla console, conoscenza accurata del mixer:

master, booth, send e return, tagli di frequenza, channel fader, cross fader, curve e filtri, conoscenza accurata di cavi e cablaggi, come collegare una console: quali cavi utilizzare e come posizionare i monitor, utilizzo dei giradischi Technics 1210 mk2 o mk5 e il loro set up, Vinile: composizione e formati + corretto utilizzo, il corretto utilizzo delle cuffie, l’importanza di rilasciare il disco a tempo e come contare le singole battute per entrare a tempo con un disco sull’altro, la dinamica dei volumi, la gestione di 2 brani con le vocal, lo studio degli effetti (sia interni del mixer o esterni da groove box), la realizzazione di un proprio dj set: intro – a scelta delle giuste tracce – outro con la registrazione finale di un PODCAST.

PER  IL PROGRAMMA COMPLETO O PER AVERE ULTERIORI INFORMAZIONI 
DOCENTI del corso
paolo zerla

Artista eclettico, dotato di tecnica di missaggio riconosciuta superiore dalla gran parte degli stessi addetti al settore.
I suoi dj set spaziano dalle colonne sonore all’elettronica contemporanea, passando per i generi musicali che hanno influenzato la dance negli ultimi 30 anni.
Inizia la sua carriera nel 1985, quando la musica da dancefloor spaziava su più fronti, richiedendo doti fondamentali per il “djing” quali tecnica di missaggio e scelta musicale.
Alla fine degli anni 80, con l’avvento dell’acid house prima e della techno poi, inizia a comporre e remixare brani per la storica label di musica elettronica ACV e, dal 1994 in poi, per la SYNTHETIC.

Durante gli anni 90, è stato il dj resident di diversi locali “culto” Italiani  e non tra cui ricordiamo il Club Imperiale di Tirrenia (Pisa), l’Hippodrome di Corfù (Grecia), il Cyborg di Attigliano (Terni), il Felix Club (Latina) e l’Arabesk di Civita Castellana (Viterbo).
Attualmente collabora con la label di musica elettronica BSR , e, da circa 15 anni, è un punto di riferimento nel campo della docenza per l’arte del “djing”.